categoria azienda ONORANZE FUNEBRI SACCAGGI
logo ONORANZE FUNEBRI SACCAGGI
ONORANZE FUNEBRI SACCAGGI
Onoranze funebri
Onoranze funebri

SERVIZI FUNEBRI




Saccaggi si mette a disposizione delle persone e le supporta in tutti i passaggi imposti da questa triste circostanza, dalla vestizione della salma sino allo stabilimento delle tempistiche, alla pubblicazione dei manifesti ed allo svolgimento delle pratiche.












Saccaggi offre la propria assistenza anche nel caso in cui il cliente scegliesse il rito della cremazione per il proprio caro defunto: provvede, infatti, all’organizzazione di tutti gli aspetti inerenti ed al disbrigo delle pratiche obbligatorie.


La società Saccaggi si occupa dell’allestimento funebre, presso le abitazioni e all’esterno, seguendo scrupolosamente le indicazioni ed i desideri della famiglia.


Per il trasporto della salma, dall’abitazione o dall’obitorio alla Chiesa e dalla Chiesa al luogo di sepoltura, Saccaggi si serve di mezzi di ultima generazione, assicurando ai propri clienti un servizio puntuale, preciso e discreto.

Sempre su indicazione dei familiari, Saccaggi allestisce composizioni floreali durante il servizio funebre, sia in Chiesa che nella camera ardente, tra cui:


  • Cofani
  • Copricassa
  • Cuscini
  • Corone
  • Ciotole
  • Mazzi
  • Altre composizioni per le Chiese











VESTIZIONE

DELLA SALMA


Con il termine vestizione si intendono tutti i trattamenti di igienizzazione, toilette mortuaria e tanatoestetica esercitati sulla persona scomparsa, con l’obiettivo di prepararla al meglio all’ultimo saluto dei cari nella camera ardente.


Nella tradizione, questo era l’ultimo atto di pietà ed era compiuto direttamente dai famigliari più intimi.


Una corretta vestizione della salma implica anche la predisposizione di apparati refrigeranti da apporre sul cofano, durante il periodo della veglia.

TRASPORTO

DEL FERETRO


La movimentazione della salma dal luogo del decesso a quello del funerale, passando per quello della veglia e del culto, è autorizzato dal Comune nel quale si è verificata la scomparsa.


Se il cimitero di destinazione si trova molto distante, oppure all’estero, si è soliti accelerare i tempi e predisporre uno spostamento aereo.


La documentazione e le pratiche, fornite sempre dal Comune del decesso, prevedono il passaporto mortuario nel caso di spostamento all’estero, formalizzato anche dall’ambasciata dello Stato di riferimento.










LA

CREMAZIONE

La pratica della cremazione ha origini antichissime: alcune popolazioni di un tempo, infatti, hanno ritenuto che il fuoco fosse un agente purificante e che la cremazione, di conseguenza, mettesse luce nel passaggio del defunto in un altro mondo.


La cremazione nell’Europa occidentale è rimasta una pratica molto rara fino al Diciannovesimo secolo.


Le cose iniziarono a cambiare con l’Illuminismo e l’ascesa di Napoleone Bonaparte, che gettò le prime basi delle attuali normative in materia di diritto cimiteriale.


Le ceneri derivanti dal processo di cremazione possono essere disposte nel cimitero, nelle tombe di famiglia oppure conservate in apposite urne. Un’ulteriore possibilità, concessa in Italia solo da qualche anno, è quella della dispersione delle ceneri.


La dispersione delle ceneri del defunto può avvenire solamente in zone predisposte all’interno dei cimiteri, in natura o in aree private ma aperte, previo consenso del proprietario.


Condizione obbligatoria affinchè sia possibile procedere con la dispersione delle ceneri è la volontà chiaramente espressa dal defunto, trasmessa ai cari o documentata formalmente.